Alimentazione in gravidanza | Sarò mamma senza dolore

Alimentazione in gravidanza

Le donne incinte non devono mangiare per due, perché il fabbisogno calorico aumenta solo di circa 200 kcal in più al giorno. È vero però che è necessario garantirsi l’apporto di certi principi nutritivi, fondamentali per la corretta crescita del feto.

Vuoi sapere quali sono tali nutrienti e in quali alimenti trovarli? Una corretta dieta durante i nove mesi deve prefiggersi l’obiettivo di farci aumentare indicativamente di 11-12 kg fino alla fine della gravidanza. Per raggiungere tale obiettivo le linee guida, sia europee che americane, suggeriscono di incrementare l’apporto calorico giornaliero di circa 200 Kcal, ma solo nel secondo e terzo trimestre, quando si verifica la crescita ponderale del bebè. Nel primo trimestre, infatti, il feto consuma poche calorie, perché si stanno formando le cellule, quindi non è necessario che la futura mamma cominci a "mangiare per due", come spesso erroneamente si fa. Sin dal primo trimestre, però, è importante una modifica di tipo qualitativo dell’alimentazione, che deve garantire il giusto apporto di alcuni nutrienti fondamentali.
Informazioni

L'ingresso ai parenti non è consentito
Durante la nascita (fase finale del travaglio) è consentito l'ingresso ai papà (previo tampone rapido negativo che effettuerà presso il nostro pronto soccorso)
È inoltre consentito per il papà restare con la propria compagna due ore dopo il parto.
Non è consentito l ingresso ai papà al piano di degenza nei giorni successivi
Non è consentito sostituirsi ai papà in caso di indisponibilità